Immagini


Le immagini di Torino pubblicate su Repubblica realizzate dagli allievi dell'Istituto tecnico e professionale, diurno e serale. In quattro episodi: Prima che arrivi la notte, Barriera di Milano, Quartiere Aurora e Spina3.

 

Prima che arrivi la notte

01Prima che arrivi la notte tutto può succedere, gustare una serata tra amici, un aperitivo che interrompa la monotonia di una giornata, inseguire un appuntamento che pregustavi da qualche tempo, incontrare un amico che stravolgere le tue idee sulla serata appena iniziata, fare nuovi incontri, farne di vecchi o non farne affatto, oppure rivoluzionare tutte le tue idee perché un temporale di sorprende le bel mezzo della notte. Il reportage è stato realizzato dagli allievi della 4A Serale dell’Istituto serale Bodoni di Torino, Ghione Alessandro, Jacopo Durin, Viktoriia Babenko, Francesco Aimar,  Vino Barbara,  Christopher Marchesini, Stefano Paolucci, Andrea Suppa,  Chiara Tatulli,  Alì Thali, Giuseppe Tricoli, Elena Calamorea, Matteo Vettori, Barbara Vino Binetti. Il reportages è stato realizzato grazie alla collaborazione degli insegnanti Sara Romano, Simona Scintu, Maria Chiara Stenta e Mauro Donato.

 

Barriera di Milano

02Barriera di Milano è un quartiere di Torino caratterizzato dall'insediamento di “vecchie generazioni di migranti” che al giorno d'oggi si relazionano e condividono spazi urbani, culture, costumi e quotidianità in quella “torre di Babele” che rappresenta la società attuale. I primi nuclei di migranti erano le famiglie che arrivavano dal meridione, mosse dalla possibilità di trovare lavoro nell'industria. Ora sono le “nuove generazione di migranti” ad animare le sue vie, persone che cercano invece un rifugio sicuro dai conflitti, dalla povertà e dalle carestie. Sono loro a riportare quel mix di tradizioni e usanze dal sapore più esotico e lontano. Questa commistione è lampante, basti pensare al mercato di piazza Foroni, ai passaggi di persone di diverse etnie davanti alla Madonnina di Cerignola, portata con orgoglio dai pugliesi, ai banchi dai colori variopinti. Il quartiere è ben interpretato dai Murales dell'artista Millo, che se osservati bene evocano una “piantina vivente” in scala bidimensionale, oppure dalle ex strutture industriali e gli ex Bagni Pubblici, diventati cooperative sociali e culturali. Storie di vita immortalate nelle immagini di alcuni protagonisti di queste trasformazioni, luoghi che si rimodellano in uno spaccato di Città in continuo movimento. Il reportage è stato realizzato dagli allievi della 4C dell' Istituto Tecnico Bodoni: Luca Agos, Giulia Bagarello, Lisa Cattin, Valentina Chillon, Davide Ferroni, Davide Foglino, Chiara Gelsi, Demis Grosso, Martina Lombardo, Giulia Macagno, Daniele Macera, Giulia Mastromatteo, Lorenzo Morgante, Marco Pangallo, Maria Pantini, Edoardo Parmeggiani, Veronica Perrone, Andrea Pezzano, Barbara Pisano, Alexandra Rimbu, Sofia Rossignolo, Marco Siracusa, Christian Tenace, Lorenzo Trabelsi. Con la supervisione del fotoreporter Stefano Stranges.

Il quartiere Aurora

03Raccontare un luogo è entrare in sintonia anche con la gente che lo abita e lo anima. I luoghi raccontano le persone, le persone narrano con la propria presenza le zone che abitano. In questa gallery il lavoro di ricerca eseguito dalla classe 4DT del Bodoni Paravia, seguiti dal fotoreporter Max Ferrero. Le foto sono di: Alan Reis, Andrea De Bonis, Andrea Lonigro, Andrea Merra, Anna Martina Mangione, Carlotta Pinto, Diego Martina, Edoardo Monaco, Elisabetta Gastaldo, Enrico Pastore, Fabio Natoli, Gabriele Rocci, Giorgia Miletta, Linda Liu, Lorenzo Belvedere, Luca Alessi, Marta Barbagiovanni, Michelle Picariello, Omar Bati, Riccardo Giampietro, Samuele Cargnino, Sharif Meghdoud, Syria Macchioni.

 

Spina3

04Dopo borgata Aurora, seconda puntata del viaggio fotografico degli studenti del Bodoni-Paravia nei quartieri torinesi. Questa volta tocca a Spina3, che  sorge su un milione di metri quadrati in corrispondenza dei fabbricati industriali dell'ex Fiat Ferriere, divenuta in seguito Teksid, gli ex stabilimenti Michelin, Paracchi, Fiat Nole, Ingest, fino alle Officine Savigliano dismessi intorno negli anni ottanta. Realizzato tra il 1997 e il 2000 con investimenti complessivi di circa 800 milioni di euro attraverso finanziamenti dell'Unione europea su progetto di Emilio Ambasz, Benedetto Camerana e Giovanni Durbiano, rappresenta uno dei più grandi interventi del Piano Regolatore di Torino del 1995. Il reportage per immagini è stato realizzato dai ragazzi della 3ª Af dell'istituto - Alessia Liberto, Paolo Basilio, Anais Bessone, Melania Buscaglia, Elisa Calì, Erika Sardone, Sefora Fantasia, Gaia Fonte, Alessio Gabrotti, Andrea Iurillo, Andrea Munacò, Alessia Strano, Giuseppe Lo Buglio - con la suprevisione del fotoreporter Paolo Siccardi.